Baby torte di riso

Ottime per i bambini piccoli che già dall’età di 1 anno riusciranno da soli a mangiare queste tortine senza fare “danni” (cioè senza sbriciolarle ovunque), ma ideali anche per i grandi, da inserire in un menu finger food, o come antipasto, snack o per un pic-nic.

 
 
Ingredienti per 19 tortine: 
 
150 gr di riso per minestre
1 uovo grande intero
100 gr di ricotta vaccina
50 gr di grana padano
pane grattugiato q.b.
olio e.v.o.
sale fino
 
Preparazione:
 

Cuoci il riso in acqua salata, scolalo e fallo raffreddare senza metterlo sotto l’acqua.

Poi, aggiungi l’uovo, la ricotta, 4 cucchiai di formaggio, un pizzico di sale e amalgama bene il tutto.

Ora prendi un coppapasta tondo del diametro di 5 cm, riempilo di riso a tuo piacimento (per quanto riguarda l’altezza) e prepara il tortino che andrai a passare in un mix di pangrattato e grana (quella rimasta). Procedi così fino ad esaurimento ingredienti.

Fodera una leccarda con carta forno, spennellala con l’olio e appoggiaci le baby torte; cuoci in forno ventilato a 180° per circa 30 minuti girando le tortine a metà cottura (senza usare il grill) in modo da avere una doratura uniforme.

 

 

Con le mie BABY TORTE DI RISO partecipo al contest del blog DOLCIBLEI http://dolciblei.wordpress.com/2012/10/03/contestiamo/

PICCOLE PORZIONI… PER GRANDI OCCASIONI

categoria finger food

 

 

 

Torta di riso dolce (Torta de riso dosse)

 

Tipica del territorio spezzino, eccellenza di alcuni borghi del Golfo, la torta di riso era, ed è, il dolce del giorno del santo patrono o dedicata al culto di Maria Vergine. Il colore bianco del riso e il giallo dell’impasto fanno pensare a una torta mistica: il riso, molto probabilmente, è legato alle feste della Madonna proprio per questi due colori. La ricorrenza del santo patrono fa tornare, magari solo per un giorno, chi si è allontanato dalla propria terra e nel gustare questa torta, l’emigrato ritrova gli antichi sapori.
 
 
Ingredienti per 4 persone:
 
750 ml di latte
250 gr di riso arborio
200 gr di zucchero semolato
3 uova intere
mezza tazzina di anice
5 biscottie secchi (tipo “marie”)
olio e.v.o.
1 pizzico di sale fino
 

 

Preparazione:

Metti 1 etto e mezzo di zucchero nel latte, accendi il fuoco e quando spicca il bollore aggiungi il riso, un pizzico di sale e porta a cottura girando con un cucchiaio di legno per non farlo attaccare (tieni presente che occorre più tempo rispetto ad una cottura in acqua).

 

 

 

 

 

Mentre il riso raffredda nella pentola (non va scolato!) sbatti le uova con mezz’etto di zucchero, aggiungi l’anice, il riso e gira bene il tutto.

 

                                           

    

 

Riduci i biscotti in polvere, spennella con olio una teglia quadrata (24 x 24 cm), fai un fondo di biscotti e versaci il composto.   

                                                                

 

 

 

 

Inforna a 200° C (forno statico)  e fai cuocere una mezz’ora circa e comunque  finché non si forma una bella crosticina in superficie.

 

 

 

                                                                                                                          

 

Riso all’uovo

Il riso è un alimento molto versatile infatti il suo utilizzo, in cucina, spazia dall’antipasto al dolce. Ogni preparazione ha il suo riso e scegliere quello giusto è importante per la corretta riuscita del piatto. Per questa ricetta ho utilizzato il “Roma”, una qualità di Superfino adatta per i risi bolliti al sugo, dai chicchi lunghi e grossi che cuociono in 15 minuti circa. La scelta del riso Roma è l’ideale anche per le preparazioni “cremose” dovute a mantecatura come nel caso, appunto, del riso all’uovo.
 
Ingredienti per 4 persone:
 
3 vasetti dello yogurt colmi di riso
3 tuorli d’uovo
1 noce di burro
3-4 cucchiai di grana grattugiato
sale grosso q.b.
pepe nero
 

Preparazione:

Cuoci il riso in abbondante acqua salata (metti il sale quando l’acqua bolle) girandolo con un cucchiaio di legno (per non farlo attaccare al cucchiaio).

Mentre cuoce, ci vogliono 15 minuti, prepara il condimento.

 

 

 

 

 

Prendi una zuppiera, quella che poi porterai in tavola, mettici i tuorli, il burro, il grana, 4 cucchiai di acqua di cottura del riso lasciati prima per qualche minuto a intiepidire (altrimenti l’uovo si rapprende) e mescola bene.

Scola il riso (il segreto per la riuscita di questa ricetta è di scolarlo pochissimo), mettilo nella zuppiera, gira velocemente il tutto con un cucchiao di legno e portalo subito in tavola. Servilo con una spolveratina di pepe nero, meglio se macinato fresco.

 

Pubblicato in Primi | Contrassegnato con

Torta di riso salata (1)

Questa torta la faccio in molti modi, per questo ho messo (1) e via via inserirò anche le altre ricette, ma questa è il mio jolly perché è velocissima da fare e si presta per essere servita in varie occasioni: tagliata a quadrettini può essere inserita fra gli  antipasti, ideale come spezzafame, accompagnata con insalatina fresca risolve il problema della pausa pranzo gratificando il palato senza caricarsi di calorie, in poche parole: è sana e genuina.
 
Ingredienti per 4 persone:
 
180 gr di riso
2 tuorli
200 gr di ricotta
80 gr di burro morbido
grana grattugiato q.b.
pangrattato
sale
 

Preparazione:

Fai cuocere il riso in poca acqua salata, scolalo al dente e fai intiepidire  (non passarlo sotto l’acqua fredda). Se ti viene più comodo puoi anche prepararlo prima, riporlo in frigo e poi utilizzarlo al momento di fare la torta.  

Mettilo in una ciotola, aggiungi i tuorli, la ricotta, il burro e con un mestolo di legno amalgama molto bene. Aggiusta di sale.

Imburra una teglia da 18 cm x 24 cm, cospargila con il pangrattato e versaci il riso. Livellalo e spolverizza con abbondante grana grattugiato.

Inforna a 180°, forno ventilato, per 30 minuti circa (gli ultimi 10 minuti con funzione grill).

La particolarità di questa torta è la croccantezza della superficie esterna con un interno morbido morbido.