Ossibuchi con piselli

 
 
Piatto succulento cucinato in modo leggero
è la caratteristica di questi miei ossibuchi
 
L’ossobuco è un taglio di carne bovina ricavato nella parte media dell’osso della tibia (stinco), con il midollo e la polpa del muscolo che l’avvolge. 
Per la mia ricetta ho scelto il vitello e un taglio di carne proveniente dalla gamba  posteriore perché in questa parte il muscolo che avvolge l’osso ha meno terminazioni nervose rispetto all’anteriore, quindi è più tenero e dà ottimi risultati anche senza cotture prolungate. Utilizzare materie prime ad hoc non solo consente di fare acquisti mirati, ma anche di realizzare buoni piatti in tempi brevi… provare per credere!
 

 

Ingredienti per 2 persone:
 
2 ossibuchi di vitello
250 gr di piselli fini surgelati
1 dado da brodo naturale alle verdure
1 noce di burro
farina q.b.
mezzo bicchiere di vino bianco
1 limone biologico
prezzemolo q.b.
 

 

Procedimento:

Metti al fuoco mezzo litro d’acqua con il dado, quando bolle aggiungi i piselli  (senza scongelarli) e non appena riprende il bollore abbassa la fiamma e fai cuocere per 10 minuti. Scolali con una ramina e tienili da parte.      

                

Prendi gli ossibuchi, taglia i bordi per non farli arricciare durante la cottura e infarinali.

           

Falli rosolare in padella con olio e una noce di burro, sfumali con il vino bianco e poi aggiungi un po’ di brodo (non occorre mettere il sale!)

                             

Incoperchia, fai cuocere per 20/25 minuti poi aggiungi i piselli, dopo 5 minuti spolvera con scorza di limone grattugiata e prezzemolo, gira e dopo pochi minuti il piatto è pronto.  

                                                                             

       

 

 BUON APPETITO!