Lasagne al forno ai carciofi

Con le 7 sfoglie sottili per lasagne, rimaste dalla preparazione delle lasagne al forno ai formaggi (http://ricettevere.altervista.org/lasagne-al-forno-ai-formaggi/) cuciniamo ora le lasagne ai carciofi. Diversificare il condimento delle lasagne, in caso di ospiti, è un modo per assecondare i gusti di tutti, oppure per dare l’opportunità ai buongustai di godere di entrambe le preparazioni. Essendo stagione di carciofi, quale condimento migliore se non questo?

 

 Ingredienti per 4 persone:

 
1 confezione di sfoglia sottile per lasagne (pronta all’uso, senza bisogno di pre-cottura)
2 carciofi
80 gr di grana grattugiato
4/6 sottilette
40 gr di burro + 1 noce per cuocere i carciofi
50 gr di farina
1/2 l di latte intero
olio e.v.o.
sale
noce moscata

 

Preparazione:

Prendi i carciofi, puliscili bene, tagliali grossolanamente a coltello e poi falli cuocere in padella con una noce di burro e un po’ d’olio per una ventina di minuti. Aggiungi un pochino di acqua calda per farli stufare meglio.

 

     

 

 

 

 

Prepara la besciamella seguendo la procedura indicata nella ricetta delle lasagne ai formaggi http://ricettevere.altervista.org/lasagne-al-forno-ai-formaggi/ poi, a fuoco spento, aggiungi i carciofi e amalgama bene.

                                                            

 

 

 

 

Predisponi il tuo piano di lavoro: teglia monouso da 22 cm x 18 cm, sfoglia, grana grattugiato, sottilette e besciamella. Fai uno strato di besciamella sul fondo della teglia, sovrapponi 2 sfoglie, cospargi con un po’ di besciamella e una spolverata di grana grattugiato.  Metti sopra 1 sfoglia + besciamella + grana grattugiato e così via fino ad esaurimento ingredienti.

           

 

 

 

 

Al termine finisci con besciamella + sottilette + grana grattugiato.

 Cuoci in forno preriscaldato a 180°, forno ventilato, per 25 minuti.

 

 

Lasagne al forno ai formaggi

 
Che dire di questo piatto? E’ un primo delicato, buono e veloce da preparare… non occorre aggiungere altro!

 

Ingredienti per 4 persone:
 
1 confezione di sfoglia sottile per lasagne (pronta all’uso, senza bisogno di  pre-cottura)
1 mozzarella da 125 gr
200 gr di stracchino
80 gr di grana grattugiato
40 gr di burro
50 gr di farina
1/2 l di latte intero
sale
noce moscata
 
 Preparazione:
 

Prepara il piano di lavoro con la mozzarella e lo stracchino tagliati a pezzetti, il grana grattugiato, le lasagne e una teglia di alluminio da 22 cm x 18 cm.

 

                      

 

 

 

 

Ora fai la besciamella iniziando dal roux (parola francese che sta ad indicare una preparazione base per salse fatta di burro fuso e farina): fai sciogliere il burro e fuori dal fuoco aggiungi la farina girando energicamente per evitare i grumi.   

                                                                       

 

 

 

 

Unisci gradatamente il latte e continua a girare per ottenere una salsa liscia. Rimetti al fuoco, aggiungi il sale e la noce moscata (la quantità dipende dai propri gusti) e fai addensare (bastano pochi minuti).    

 

 

 

 

 

Adesso  il piano di lavoro è al completo e puoi assemblare le lasagne iniziando a fare uno strato di besciamella sul fondo della teglia. 

                                                                          

 

 

 

 

Appoggia una sfoglia di lasagna sulla besciamella, di nuovo besciamella e sopra un po’ dei tre formaggi. Di nuovo una sfoglia di lasagna + besciamella + i 3 formaggi e così via fino ad esaurimento ingredienti. Il numero di  sfoglie necessarie per questa teglia sono 5; l’unico accorgimento che devi avere è regolarti sulla suddivisione degli ingredienti  per evitare di ritrovarti senza  ancor prima di finire.                                                                     

                         

 

Inforna a 180°, forno ventilato, e fai cuocere per 40 minuti circa. 

 

 

                                       

Minestra di patate con pasta mista

Una buona minestra calda per una cena in famiglia è quel che ci vuole per combattere i primi freddi, se poi è anche veloce da preparare… tanto meglio!
Come pasta ne ho utilizzata una mista acquistata al supermercato, ma solitamente  impiego i vari “rimasugli” che ho nella dispensa, ovviamente cuocendoli in sequenza in base ai tempi di cottura indicate sulle confezioni. Così facendo ottengo una simpatica minestra e allo stesso tempo smaltisco gli avanzi senza accumularli. 
 
Ingredienti per 4 persone: 
 
2 porri
2 carote
3 patate grosse
5/6 cucchiai di passata di pomodoro
1 rametto di rosmarino
1 l d’acqua calda 
olio e.v.o.
sale fino q.b.
pasta mista q.b. (in base alla densità voluta)
grana grattugiato q.b.

 

Preparazione:

 

Pulisci tutte le verdure e mettile a bagno.

 

Taglia a coltello i porri e le carote,

         

 

 

 

 

mettili in una pentola con l’olio e fai “sudare” i porri (pochi minuti).

 

 

Nel frattempo taglia le patate a tocchettini e uniscile alle verdure.

  

 

 

 

 

Aggiungi il pomodoro, gira tutto, poi metti l’acqua (mi raccomando che sia calda!), il sale e il rosmarino.

      

 

 

 

 

Fai cuocere fino a che le patate risultano quasi cotte, dopodiché con la ramina togline una parte, schiacciale con la forchetta (poi rimettile nella pentola così la minestra si addensa)  e aggiungi la pasta seguendo la cottura indicata sulla confezione. Se la minestra risulta troppo densa aggiungi un po’ d’acqua calda e aggiusta di sale.  

    

 

 

 

 

Impiatta, un giro d’olio, una spolverata di grana e…

       BUONA MINESTRA A TUTTI!       

             

Pappardelle al sugo di funghi porcini

Questa ricetta può essere realizzata con funghi porcini freschi, congelati o secchi e, diminuendo la quantità di pomodoro, può diventare anche un’ottima salsa per bruschette.
Un buon sugo di funghi fa sempre festa e per chi lavora averne una piccola scorta anche nel congelatore è un asso nella manica da tirar fuori in ogni occasione, in alternativa ai classici pomodoro e ragù.
In genere io congelo il sugo fatto con i funghi freschi, ma si può conservare anche utilizzando quelli congelati o secchi senza che ci siano controindicazioni.
 
Ingredienti per 4 persone:
 
320 gr di pappardelle all’uovo
300 gr di funghi porcini congelati (a cubetti)
1 manciata di funghi porcini secchi (facoltativo)
1 scatola di polpa di pomodoro da 400 gr
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 cucchiaio abbondante di prezzemolo tritato
1 noce di burro
2 spicchi d’aglio
olio
sale
pepe
 
 
 

Preparazione:

Prendi un tegame, mettici l’olio, il burro, gli spicchi d’aglio interi sbucciati e falli rosolare a fuoco basso per una decina di minuti.

                                                                   

 

 

 

 

Nel frattempo riduci ulteriormente i funghi (scongelati) tagliando a metà i cubetti (vedi dimensioni nella foto).

                                                                 

 

 

 

 

Appena gli spicchi d’aglio prendono colore toglili dal tegame, mettici i funghi e falli insaporire. Se desideri un gusto più deciso aggiungi anche i funghi secchi (ammollati e strizzati, con l’acqua filtrata).

                                                                            

 

 

 

 

Aggiungi la polpa di pomodoro, il concentrato, un filo d’olio, sale, pepe e mescola.

                                                                      

 

 

 

                                                     

Incoperchia e fai cuocere lentamente per 30 minuti circa, aggiungendo il prezzemolo verso fine cottura.

                  

 

 

 

 

Cuoci le pappardelle, condiscile con il sugo e…  

 BUON APPETITO!

 

 

Ravioli di sfoglia con ripieno di pesto leggero su fonduta di yogurt

Ho inventato un modo nuovo per utilizzare la Pasta Sfoglia  Rettangolare  e   i   risultati   sono   stati   a   dir   poco   straordinari…
 
PROVARE PER CREDERE!

 

I motivi che rendono straordinari questi ravioli sono:
 
  1. la velocità nel prepararli grazie alla Pasta Sfoglia Rettangolare pronta
  2. la bontà dovuta alla Pasta Sfoglia Rettangolare che gli conferisce un gusto e una scioglievolezza eccezionale senza così aver bisogno di ripieni elaborati
  3. l’ampia gamma di ripieni che si possono creare dando libero sfogo alla fantasia
  4. l’assenza di uova nella Pasta Sfoglia Rettangolare li rende fruibili a chi è intollerante a questo alimento
  5. l’economicità, perché con una sola confezione di Pasta Sfoglia Rettangolare si realizzano 3-4 porzioni
  6. la cottura, che avviene in 1 solo minuto dal momento in cui si buttano nell’acqua bollente
 
Ingredienti per 3/4 persone:
 
1 rotolo di Pasta Sfoglia Rettangolare
250 gr di ricotta vaccina
4 cucchiaini di Pesto alla Genovese
50 gr di grana grattugiato
1 yogurt bianco naturale
un pugnetto di pinoli
sale grosso q.b.
 

Preparazione:

Prepara la farcia mettendo in una zuppiera la ricotta e il Pesto alla Genovese, mescola bene e metti da parte.

Ora stendi il rotolo di Pasta Sfoglia Rettangolare su un piano infarinato a contatto con la parte senza carta e con un mattarello assottigliala passandolo sul lato con la carta, senza toglierla. L’unico accorgimento è di mantenere la forma di un rettangolo in modo da non avere poi scarti di pasta.

                                                             

 

 

 

 

 

 

 

Togli la carta, punzecchia leggermente tutta la pasta con i rebbi di una forchetta, tagliala in 3 strisce uguali e su ognuna distribuisci la farcia. Devi fare 14 mucchietti, in questo modo non avanzerà nè farcia, nè pasta.

.           

 

 

 

 

 

 

Ripiega ogni striscia su se stessa, bagna i bordi della pasta con un po’ d’acqua, leva l’aria con le dita e chiudi la pasta.

Con un coltello a lama liscia dividi i ravioli e sigilla bene i 3 lati di ciascuno con una forchetta.

Mentre fai bollire l’acqua per cuocere i ravioli prendi una padella, mettici i pinoli e falli tostare (bastano pochi minuti).

Metti i pinoli tostati da parte e nella stessa padella metti il grana grattugiato, lo yogurt e scaldalo per pochi secondi.

Appena l’acqua bolle metti il sale e poi i ravioli. Dopo 1 minuto (mi raccomando non di più!) toglili con una ramina e mettili direttamente nei piatti (3 o 4 a testa bastano perché sono molto grandi) dove nel frattempo avrai messo la fonduta, cospargi con i pinoli e servili subito.

 

Riso all’uovo

Il riso è un alimento molto versatile infatti il suo utilizzo, in cucina, spazia dall’antipasto al dolce. Ogni preparazione ha il suo riso e scegliere quello giusto è importante per la corretta riuscita del piatto. Per questa ricetta ho utilizzato il “Roma”, una qualità di Superfino adatta per i risi bolliti al sugo, dai chicchi lunghi e grossi che cuociono in 15 minuti circa. La scelta del riso Roma è l’ideale anche per le preparazioni “cremose” dovute a mantecatura come nel caso, appunto, del riso all’uovo.
 
Ingredienti per 4 persone:
 
3 vasetti dello yogurt colmi di riso
3 tuorli d’uovo
1 noce di burro
3-4 cucchiai di grana grattugiato
sale grosso q.b.
pepe nero
 

Preparazione:

Cuoci il riso in abbondante acqua salata (metti il sale quando l’acqua bolle) girandolo con un cucchiaio di legno (per non farlo attaccare al cucchiaio).

Mentre cuoce, ci vogliono 15 minuti, prepara il condimento.

 

 

 

 

 

Prendi una zuppiera, quella che poi porterai in tavola, mettici i tuorli, il burro, il grana, 4 cucchiai di acqua di cottura del riso lasciati prima per qualche minuto a intiepidire (altrimenti l’uovo si rapprende) e mescola bene.

Scola il riso (il segreto per la riuscita di questa ricetta è di scolarlo pochissimo), mettilo nella zuppiera, gira velocemente il tutto con un cucchiao di legno e portalo subito in tavola. Servilo con una spolveratina di pepe nero, meglio se macinato fresco.

 

Pubblicato in Primi | Contrassegnato con

Zuppa di borragine

Approfittando di un po’ di sole ho fatto una passeggiata in campagna e ho raccolto l’ultima borragine della stagione. Dalle nostre parti si usa metterla soprattutto nel ripieno dei ravioli e nelle torte salate, ma anche nella zuppa è davvero squisita e grazie alle sue proprietà depurative… fa anche bene! 

 

 

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di borragine
2 porri
2 patate grosse
3 cucchiai di concentrato di pomodoro
4 fette di pane grosso
1 spicchio d’aglio
grana grattugiato q.b.
olio e.v.o.
sale
peperoncino q.b.
 
 

Preparazione:

Lava la borragine e tagliala a strisce, pela le patate e riducile a cubetti, taglia i porri a fettine sottili.                       

                      

 

Ora prendi una pentola di coccio (o inox), mettici un po’ d’olio, i porri  e falli stufare (circa 10 minuti), poi aggiungi le patate  e falle insaporire per qualche minuto.

Unisci la borragine, 5 bicchieri d’acqua e gira bene il tutto. Fai appassire la borragine, poi aggiungi il concentrato di pomodoro, un pochino d’olio, il sale, il peperoncino e porta  a cottura (circa 20 minuti).

 

Strofina l’aglio sulle fette di pane (da ambo i lati) e abbrustoliscile sulla griglia (o padella).

Prendi 4 terrine, metti una bruschetta in ognuna e sopra versaci la zuppa. Passa un filo d’olio crudo, una spolveratina di formaggio grana e…

BUONA ZUPPA!

Gnocchi alla romana

BUONO, FACILE, VELOCE, ECONOMICO, SI PRESENTA BENE, SI PUO’ PREPARARE IN ANTICIPO E GRATINARLO ALL’ULTIMO MOMENTO… che altro dire di questo piatto? Facciamolo subito!
 
Ingredienti per 4 persone:
 
200 gr di semolino
1/2 l di latte intero + 250 ml di acqua (metà brick del latte)
50 gr di burro
3 cucchiai di grana grattugiato
1 uovo intero
sale
noce moscata
 
Per gratinare: fiocchetti di burro e grana grattugiato
 

Preparazione: 

Fai bollire il latte con acqua, burro, sale e una grattatina di noce moscata.

 Abbassa la fiamma e versa il semolino  a pioggia mescolando energicamente per non farlo attaccare. Quando il composto si stacca dalla pentola continua a girare per una decina di  minuti e poi spegni.

Fai intiepidire e aggiungi l’uovo e il grana. Mescola bene e aggiusta di sale.

Bagna con l’acqua una leccarda (placca in dotazione a tutti i forni), versaci il semolino e livellalo con un mestolo di legno bagnato fino ad ottenere una forma quadrata alta 1 cm.

Fai raffreddare e con un coltello unto d’olio taglia dei quadrati (non necessariamente gli gnocchi devono essere rotondi!).

A questo punto, aiutandoti con una paletta, disponili leggermente sovrapposti in una pirofila (vetro pirex da 27 cm x 27 cm) imburrata e cospargili di grana e fiocchetti di burro.  

Fai gratinare (funzione grill a 180°) fino a che si  forma una crosticina sulla superficie (ci vogliono circa 30 minuti).